Sono andato a rileggermi le pdraghi mattarellaarole di Mattarella.

Doveva essere un “governo di alto profilo” ma alcuni già li conosciamo e sappiamo che non sono proprio dei draghi (battutaccia…).

Doveva essere un “governo che non debba identificarsi con alcuna formula politica” però il meticoloso dosaggio dei posti assegnati a ciascun partito dimostra che così non è.

Doveva essere “un governo che faccia fronte con tempestività alle gravi emergenze non rinviabili" e per questa ragione Draghi ha coperto i posti chiave con i suoi “tecnici”. I politici (tranne Speranza che ha saputo ritagliarsi un profilo di assoluto valore), ho la sensazione che saranno impegnati nella gestione delle “varie ed eventuali”.

L’Europa ha avuto le garanzie di cui aveva bisogno e il prestito arriverà. Adesso aspettiamo che anche gli italiani abbiano ciò di cui hanno necessità: un governo che si occupi di loro e non di sé stesso e del proprio consenso.

Crudele la nomina della Gelmini alle autonomie: ora Fontana & C. non sapranno più a chi dare la colpa dei fallimenti.

Queto sito utilizza i cookie. Per continuare a leggere, dichiara di aver letto e compreso.