"Puntiamo all’unitarietà del bene ma ci dev’essere la disponibilità da parte del concessionario - sottolinea il sindaco - Personalmente ho qualche preoccupazione per i dissaporti che si sono creati. Vogliamo capire cosa accadrà adesso. Se sarà il concessionario a gestire direttamente gli eventi del primo piano è importante che non ci sia uno scadimento della qualità delle proposte"

Articolo a cura di Monica Guzzi pubblicato su Il Giorno - Monza e Brianza dell'11 maggio 2016.

Queto sito utilizza i cookie. Per continuare a leggere, dichiara di aver letto e compreso.