rapporto alla cittaIl bilancio provvisorio del mandato dell’amministrazione Scanagatti.

Giovedì 19 marzo 2015 alle 20.30 al Teatro Binario 7 di via Turati 8, si è tenuto il Rapporto alla città, durante il quale il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, e gli assessori della giunta comunale, hanno illustrato ai cittadini i progetti realizzati durante la prima metà del mandato amministrativo.

L’articolazione del Rapporto ha seguito la suddivisione in tre macroaree che ha caratterizzato il programma elettorale del sindaco, successivamente approvato dal Consiglio comunale:

  • le persone
  • il territorio
  • le risorse.

 

2013

Il bilancio dei primi nove mesi di amministrazione della città.

Nell'incontro pubblico del 5 marzo 2013 il sindaco Scanagatti, ha chiamato a riferire i 9 assessori della squadra di giunta, più il consigliere comunale incaricato allo Sport, che hanno spiegato ai cittadini i principali interventi adottati in questi primi mesi di amministrazione.

Scarica la presentazione

 

 

 

Guarda tutti gli interventi di Rapporto alla città 2013

 

2015

Nell'incontro pubblico del 19 marzo il sindaco Scanagatti, i 9 assessori della giunta ed il consigliere comunale incaricato allo Sport, hanno illustrato ai cittadini i progetti realizzati durante la prima metà del mandato amministrativo.
L’articolazione del Rapporto segue la suddivisione in tre macroaree che ha caratterizzato il programma elettorale del sindaco:

 

  • le persone,
  • il territorio,
  • le risorse.

 

Sindaco

 Roberto Scanagatti

 

Le persone

 Vicesindaco e Assessore Cherubina Bertola
  Consigliere incaricato allo sport Silvano Appiani
  Assessore Rosario Montalbano
  Assessore Francesca Dell'Aquila
  Assessore Egidio Longoni

 

Il territorio

 Assessore Claudio Colombo

 Assessore Antonio Marrazzo

 Assessore Paolo Confalonieri

Le risorse

 Assessore Carlo Abbà

 Assessore Debora Donvito

 

In particolare:

 

  • le iniziative per aumentare la capacità attrattiva di Monza, leva su cui l’amministrazione ha deciso di puntare con maggiore decisione per rimettere in moto lo sviluppo economico della città.
  • il punto sui lavori pubblici e la manutenzione del patrimonio comunale, tra cui l’avvio dei rifacimenti strutturali dei manti stradali, dei marciapiedi e l’accelerazione degli interventi di ristrutturazione degli alloggi per renderli più velocemente disponibili per gli aventi diritto;
  • la gestione e la sistemazione delle strutture sportive, a cominciare dagli investimenti stanziati per sistemare palestre e impianti pubblici.
  • la tutela del territorio, con l’approvazione dei provvedimenti per l’inserimento di una quota significativa di suolo libero e agricolo in parchi sovracomunali e regionali,
  • il nuovo documento di piano che ha nelle sue linee direttrici la riduzione del consumo di suolo e il recupero delle aree dismesse.
  • l’innovazione tecnologica, con l’avvio del progetto per rendere più moderna l'intera amministrazione comunale e aumentare i servizi on line rivolti a cittadini e imprese.
  • la spending review avviata che, nonostante i tagli dei trasferimenti statali, permette di mantenere il set di servizi sociali, destinati soprattutto alle persone più bisognose,
  • i progetti per decentrarne l’offerta di servizi nei quartieri.
  • le attività culturali, tra le quali è da sottolineare l’apertura del nuovo museo della città alla Casa degli Umiliati, oltre al mantenimento di uno standard di assoluto rilievo nel settore della pubblica istruzione.
  • la promozione della partecipazione, con l’avvio delle Consulte, l’apertura di nuovi centri civici cittadini e il Bilancio partecipativo, per il quale sono in corso fino al 29 marzo le votazioni finali per individuare i progetti proposti direttamente dai cittadini che saranno finanziati con 800 mila euro.

 

 

 

Contenuti tratti da www.comune.monza.it/

Queto sito utilizza i cookie. Per continuare a leggere, dichiara di aver letto e compreso.