Sono 4 le opere dei Musei Civici di Monza che sono state richieste e concesse a importanti realtà espositive che organizzano mostre a Milano nell’ambito di EXPO 2015.

Si tratta del “Prigioniero croato”, olio su tela di Anselmo Bucci, prestata alle Gallerie d’Italia per la mostra “La grande guerra. Mito e realtà”, in programma dal 1 aprile; “Tanaquil”, incisione bulino su carta, esposta nella mostra “D’après Michelangelo. La fortuna dei disegni per Tommaso Cavalieri nella grafica, nella pittura e nelle arti applicate”, in programma al Castello Sforzesco dal 16 settembre.

Due importanti opere di Salvatore Fancello e Pompeo Mariani, in esposizione dal 26 marzo al Museo delle Culture di Milano, nuova sede museale che aprirà i battenti proprio in quel giorno. Si tratta de “La partenza del legionario”, di Fancello e di “Veduta al Cairo”, olio su tela di Mariani, quest’ultima presente nel percorso espositivo permanente del nuovo museo civico di Monza Casa degli Umiliati e che per il periodo di assenza sarà sostituita da un’altra opera dello stesso autore, “Ulivi a Bordighera”. Per l’opera di Fancello, bassorilievo a piastrelle di ceramica smaltata, l’accordo prevede un intervento di restauro a carico del Comune di Milano e dell’organizzatore della mostra. L’opera è la gemella di “Lavori campestri”, dello stesso autore, attualmente esposta nel museo cittadino monzese e anch’essa sottoposta a lavori di restauro finanziati grazie al contributo dei cittadini nell’ambito della campagna lanciata dal comune, PartecipArte. Le due opere furono esposte insieme alla Triennale di Milano, nel 1936.

Queto sito utilizza i cookie. Per continuare a leggere, dichiara di aver letto e compreso.