E’ partito in tre scuole superiori monzesi (Mapelli, Maddalena di Canossa e Mosè Bianchi) un progetto rivolto agli studenti per sensibilizzarli sul tema degli sprechi energetici e sulla necessità di adottare interventi per il loro contenimento.

Otto classi, per un totale di oltre 200 studenti di terza e quarta seguiranno un programma che dopo un focus sulle fonti energetiche (fossili e rinnovabili) e le emissioni climalteranti, porrà l’attenzione sui consumi a scuola, attraverso un sistema di monitoraggio in “continuo”. Per valutare il loro carico gli studenti avranno la possibilità di rilevare consumi e risparmi anche in relazione a semplici abitudini, ad esempio mettendo in stand by alcuni apparecchi. Il progetto si concluderà a maggio, e prevede anche una formazione sulla raccolta e sistematizzazione di dati statistici sui consumi e per la stesura di un dossier contenente buone pratiche per migliorare l’utilizzo dell’energia.

L’iniziativa si colloca nell’ambito delle azioni, alcune già realizzate altre in corso, previste nel Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) del Comune di Monza, che ha aderito nel 2013 all’iniziativa Europea del “Patto dei Sindaci” con l’impegno di ottenere entro il 2020 sul proprio territorio un risparmio del 20% dei consumi energetici, di raggiungere la soglia del 20% di utilizzo di fonti rinnovabili nei settori pubblico e privato e di ridurre del 20% le emissioni di CO2. Per seguire gli sviluppi del PAES (consultabile su www.comune.monza.it alla sezione Piani ambientali), il sito web del Comune pubblicherà on line un contatore che registrerà l’avanzamento dell’obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2.

Queto sito utilizza i cookie. Per continuare a leggere, dichiara di aver letto e compreso.