Sabato 13 giugno si terrà la 34esima edizione della rievocazione storica dedicata alla regina Teodolinda e alla Monza medievale. Tema di quest’anno, il banchetto nuziale di Teodolinda e Agilulfo. L’edizione, che coinvolgerà centinaia di volontari e figuranti, è promossa dal comitato coordinato dal Comune di Monza, con il patrocinio di Regione Lombardia e di EXPO 2015.

Presso il sito dell’esposizione universale nei giorni scorsi si è tenuto un anticipo che ha riscosso un grande successo tra i vistatori.

La rassegna, realizzata da Ghi Meregealli e a favore del Comitato Maria Letizia Verga per la ricerca contro la leucemia, quest’anno indagherà gli usi e la tavola dai Longobardi ai Visconti, con una particolare attenzione ai banchetti, tra l’altro presenti in più scene del ciclo degli affreschi degli Zavattari, recentemente restaurati e ospitati nell’omonima cappella del Duomo di Monza. Grazie al corteo sarà possibile per le migliaia di monzesi e di visitatori attesi, ammirare i costumi – realizzati a mano da sarte professionali -, i momenti di festa e le tavole imbandite con vini e prodotti tipici del territorio.

La manifestazione aprirà i battenti alle ore 16 in Piazza Roma, nei pressi dell’Arengario. Daranno sfoggio delle loro abilità falconeri e cavallerizzi, sarà rievocata l’antica arte delle merlettaie e verranno simulati duelli con le spade. Dalle ore 21 il corteo si muoverà da largo Mazzini e attraverserà via Italia, piazza Roma, via Vittorio Emanuele e via Lambro, per concludersi poi in Piazza Duomo, dove si concluderà la serata con lo spettacolo affidato alla Compagnia dei Folli e il volo della colomba dal campanile del Duomo, a ricordare il sogno di Teodolinda nel quale Giovanni il Battista indicava il luogo dove la regina avrebbe fatto costruire l’attuale basilica.

Queto sito utilizza i cookie. Per continuare a leggere, dichiara di aver letto e compreso.