529 DSC_6916Siria Trezzi "tema riforme tocca direttamente i comuni"

Ha destato molta attenzione il seminario organizzato da Anci Lombardia e dal Comune di Cinisello Balsamo dedicato alla riforma della pubblica amministrazione e al suo impatto sui comuni.

Siria Trezzi, sindaco della città ospitante e vice presidente di Anci Lombardia, ha aperto i lavori osservando che "il tema della riforma e della pubblica amministrazione è il tema che ci tocca più direttamente. Si spera sempre che queste riforme siano occasioni per metterci nelle condizioni per fornire al meglio i servizi ai cittadini, perché sono provvedimenti che riguardano sempre la macchina comunale ma che hanno riflessi su vita cittadini".

Per Trezzi "i decreti della riforma Madia sono molto importanti, ci auguriamo quindi di essere messi nelle condizioni di recepire al meglio queste riforme".

Roberto Scanagatti, presidente di Anci Lombardia, è arrivato subito al nocciolo della questione, considerando che, in tema di riforme, è fondamentale partire dal "riconoscimento della dignità istituzionale dei comuni, e credo che con la legge Delrio si sia voltata pagina, perché i comuni vengono posti al centro del processo di modernizzazione del paese". Però, "se da una parte il ruolo enti locali è decisivo, significa anche non rendere subalterna la necessità economica che queste riforme richiedono".

Ma Scanagatti si dice fiducioso, poiché "ora vogliamo credere che si possa aprire una nuova stagione, pertanto servono risposte su alcuni argomenti ancora aperti, primo fra tutto il superamento del blocco del 25% del turn over del personale della PA", perché nasce spontanea una domanda: "come possiamo ringiovanire con forze nuove i nostri apparati se c'è l'impossibilità di poter assumere?".

531 DSC_6884

In secondo luogo "c'è il tema della semplificazione, perché le prime vittime della burocrazia sono i sindaci, poiché i comuni hanno altro da fare invece che rispondere alle richieste di questo o di quell'altro ente. Vogliamo quindi stabilire uno sportello unico dei comuni dove conferire i dati e poi ognuno potrà attingere in base alle esigenze?" propone Scanagatti.

Infine, "il tema delle partecipate, in merito al quale vogliamo sapere come declinarlo", osserva il sindaco di Monza, poiché "vogliamo conoscere i meccanismi che stanno dietro questo cambiamento. Per riformare queste aziende, infatti, non possiamo individuare solo parametri di quantità ma servono anche parametri di qualità".

Sul tema della riforma e della modernizzazione della PA è intervenuta anche la vicepresidente di ANCI Lombardia, Federica Bernardi, dato che, "soprattutto nei piccoli e medi comuni, il blocco della spesa del personale, impedisce il ricambio e l'adeguamento del personale degli enti, con ovvie conseguenze su erogazione servizi"

 

 

Queto sito utilizza i cookie. Per continuare a leggere, dichiara di aver letto e compreso.