La Giunta comunale ha affidato alla Cooperativa Sociale Monza 2000 la realizzazione di due edifici nel quartiere Cantalupo in via Nievo, per un totale di 18 alloggi che saranno affittati a canone moderato. Procede così l’implementazione del Contratto di quartiere Cantalupo, rivisto dall’attuale amministrazione Scanagatti nel febbraio del 2013, intervento che ha permesso al Comune di recuperare i contributi regionali per lo sviluppo del progetto.

L’affidamento della realizzazione dell’intervento edilizio alla cooperativa sociale, che insieme al Comune, ad ASL e Aler MB, all’associazione il Mosaico culturale, fa parte dei soggetti che nel 2009 hanno stipulato la convenzione con Regione Lombardia per l’implementazione del Contratto di quartiere, è avvenuto in seguito all’esito negativo della gara indetta nel 2014 dall’amministrazione comunale per individuare un soggetto in grado di realizzare l’intervento.

I lavori per la costruzione dei due edifici su un’area di circa 1800 mq, che sarà ceduta alla cooperativa in diritto di superficie per 35 anni, inizieranno nei prossimi giorni e si concluderanno nel 2016. La realizzazione delle due palazzine, per la quale è disponibile un contributo regionale di circa 800 mila euro, si aggiunge agli altri interventi avviati a Cantalupo nell’ambito del Contratto di quartiere, tra cui la realizzazione di uno stabile per le locazioni temporanee per studenti e lavoratori, interventi sociali di sostegno agli anziani attraverso la sperimentazione di nuove formule di assistenza domiciliare e l’attivazione del centro di aggregazione.

Sempre nell’asse sociale sono stati messi a disposizione delle famiglie residenti dei voucher per la frequenza degli asili nido. Dal punto di vista della sicurezza urbana sono stati introdotti i vigili di quartiere, avviati dei progetti di educazione stradale nelle scuole e allestita una rete di telecamere collegate con le forze dell’ordine.

Queto sito utilizza i cookie. Per continuare a leggere, dichiara di aver letto e compreso.